Relativamente alle registrazioni di CFP, è necessario che per il calcolo dell’impronta climatica vengano seguite, oltre alle prescrizioni della UNI EN ISO 14067, anche quelle presenti nella Product Category Rule (PCR), relativa alla categoria di prodotto analizzata.

Le PCR sono necessarie per garantire l’uniformità di approccio metodologico agli studi  e per consentire la confrontabilità tra studi CFP relativi a prodotti della medesima categoria. Le PCR debbono essere sviluppate in accordo alla ISO/TS 14027:2017 ed essere riconosciute all’interno del Programme Operator CFI, con il supporto del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) (vedi Struttura Organizzativa)

Il Programme Operator CFI può realizzare accordi di collaborazione con altri Programme Operators al fine di estendere in toto il reciproco riconoscimento delle reciproche PCR.

Il processo di sviluppo delle PCR è descritto nella procedura “CFI Sviluppo PCR”, che sarà a breve scaricabile dall’apposita sezione del sito.